Nel nome di Lord Kony

“Joseph Kony is basically Adolf Hitler. He has an army of 30,000 mindless children who slaughter innocent people in Uganda” (Joseph Kony è come Adolf Hitler. Ha un esercito di 30.000 ragazzini sconsiderati che uccidono gente innocente in Uganda). Avete visto passare una frase del genere sul vostro feed Twitter o Facebook nei giorni scorsi? Oppure avete osservato tag come … Continua a leggere

Diritti umani a Madre Natura

Forse sono le origini indigene a spingere il boliviano Evo Morales – primo presidente, tra i paesi dell’America Latina, di questa discendenza – ad applicare, nella gestione della sua nazione, politiche più ecologiche. La Bolivia, infatti, promulgherà la “Legge di Madre Natura” (Ley de Derechos de la Madre Tierra), un radicale approccio legislativo che, secondo le parole del vice presidente … Continua a leggere

Ben Smim: per non dimenticare

La rivolta degli abitanti di Ben Smim è iniziata nel 2001, quando gli abitanti di questo piccolo villaggio, situato ai piedi delle montagne del Medio Atlante, hanno rifiutato di cedere la loro unica ricchezza: la loro acqua. E questa battaglia li ha resi famosi anche oltre le frontiere del Marocco. Di solito, infatti, si parla del Medio Atlante soltanto per … Continua a leggere

La Terra e una demografia sostenibile

La crescita demografica sul pianeta Terra è ancora in gran parte considerata come un dato sul quale è difficile agire direttamente. Chi andrebbe contro la libertà di tutti, ricchi o poveri, di procreare secondo il proprio desiderio? Chi prenderebbe posizione contro il dogma della “crescita economica per tutti” che per oltre sessant’anni ha cullato il mondo come il migliore modo … Continua a leggere

La privatizzazione dei terreni agricoli in Pakistan

Le imprese e i fondi di investimento arabi, sia di natura “sovrana” che privati, negli ultimi due anni si stanno “avventando” sul business dell’agricoltura in Pakistan, accaparrandosi, tra l’altro, le rare risorse di acqua potabile disponibili. Il governo pakistano ha appena offerto un milione di acri (cioè quasi 405.000 ettari) di terreni agricoli ai monarchi arabi, aprendo così la via … Continua a leggere

Il conflitto della Repubblica Democratica del Congo è una guerra economica internazionale

Dalla fine dell’agosto 2008 nelle province del Kivu, situate nell’est della Repubblica Democratica del Congo (RDC) diversi gruppi armati hanno ingaggiato violenti scontri. Questi scontri, le cui vittime principali sono civili, soprattutto donne e bambini, stanno finalmente attirando l’attenzione dei mass media e della Comunità internazionale. Attenzione che è assolutamente giustificata e necessaria, vista l’ampiezza della catastrofe umanitaria: stupri, omicidi, … Continua a leggere

Dmitri Medvedev, il fido luogotenente di Vladimir Putin

All’ultimo vertice del G20 di Londra, la Russia è rimasta decisamente in secondo piano. Il presidente russo Dmitri Medvedev si è fatto notare soltanto in relazione alla sua intervista con Barack Obama rilasciata il 1° aprile, e, in minor misura, per la conferenza alla London School of Economics che ha tenuto il giorno dopo. La performance del presidente russo avrebbe … Continua a leggere

Quei paesi che tradiscono Gandhi

Il Dalaï-Lama non andrà in Sudafrica. Doveva partecipare ad una conferenza sul tema del calcio come strumento di lotta contro il razzismo e la xenofobia, insieme ad altri Premi Nobel per la pace. Però il suo visto è stato rifiutato da Pretoria “in nome dell’interesse nazionale”. Il ministero degli esteri nega aver ceduto a pressioni cinesi, ma nessuno è stupido… … Continua a leggere

Darfur, fiasco in vista per la missione dell’ONU

Mancanza di materiale, continue divisioni interne, totale impotenza: i caschi blu (militari per il mantenimento della pace dell’ONU) impegnati dall’inizio dell’anno, infatti, sei mesi dopo il lancio dall’ONU della sua più importante missione di mantenimento della pace, la più costosa e la più mediatizzata della storia – la spedizione di 26.000 caschi blu nel Darfur -, l’operazione non riesce ancora … Continua a leggere

Infinite tragedie birmane

Il recente passaggio dieci giorni fa del tifone Nargis è doppiamente tragico per il popolo birmane. Soffrendo già delle condizioni di vita più precarie dell’Asia, dei anni di dittatura ed incurie economiche, è oggi colpito da un disastro naturale terrificante. Le dispute internazionali nella ricerca di una soluzione pacifica e dei cambiamenti democratici col regime birmano sono bene conosciute, ma … Continua a leggere