La morale di BP? Con il denaro tutto è permesso

Il gruppo British Petroleum (BP) riparte da zero, dopo la marea nera causata da uno dei suoi pozzi di petrolio nel golfo del Messico, con un nuovo presidente – americano – e una situazione finanziaria che si appresta a migliorare. Con entrate che raggiungono l’importo sorprendentemente elevato di 75,9 miliardi di dollari al secondo trimestre 2010, il bilancio della società … Continua a leggere

Ryanair carbura a sovvenzioni

A grande danno di Lufthansa, ma per la grande felicità di Ryanair, gli abitanti di Lubecca, in Germania, hanno recentemente approvato il mantenimento delle sovvenzioni – finanziate dalle loro tasse – destinate al “loro” aeroporto (l’Hamburg di Ryanair, situato a 100 km) per almeno altri due anni. La compagnia di bandiera tedesca aveva esortato gli abitanti di questa prosperosa città … Continua a leggere

I vincitori della Coppa del Mondo 2010 li conosciamo già!!!

In pieno periodo di annunci delle selezioni per le squadre nazionali in occasione della Coppa del Mondo, le società di calcio si devono preparare quanto i giocatori, poiché, in questa concorrenza globale, le sfide finanziarie sono enormi. La cerimonia di apertura della 19a Coppa del Mondo di Calcio, l’11 giugno alle 16, il comitato organizzativo sudafricano è tuttora attivamente impegnato … Continua a leggere

Grecia: il vero deficit dell’Europa è sociale, non economico

Occorre senza dubbio, anche se ancora c’è molto da fare, lodare l’azione delle innumerevoli persone che, negli ambienti politici ed economici, cercano di cambiare, in nome del bene pubblico europeo, la meccanica internazionale di distruzione di questo stesso bene pubblico perpetuata dagli speculatori finanziari che operano con, a oggi, totale disinvoltura nei mercati. Gli speculatori che stanno attaccando la Grecia, … Continua a leggere

Islanda: se non riusciremo a pagare il debito… beh… non lo pagheremo

L‘Islanda, piccolo paese senza esercito che conta circa 320.000 abitanti, ha annunciato che condizionerebbe il rimborso del suo debito alle sue “capacità di pagamento”. Se l’attuale recessione perdura, l’Islanda valuta seriamente di non rimborsare i suoi debiti ai creditori, in maggioranza istituti bancari esteri. Anche se la portata di questa decisione deve essere valutata con cautela, tanto più che sarà … Continua a leggere

Dubai: le vulnerabilità di un sogno di successo

L‘incapacità del governo di Dubai di rifinanziare il massiccio debito accumulato dalla principale azienda immobiliare statale, Dubai World, ha scosso il mondo intero, facendo sorgere, in molti osservatori, perplessità riguardo non solo alla severità della crisi economica in essere ma anche riguardo alla vera identità di Dubai e, soprattutto, su chi ne ha il controllo. Malgrado sia stata spesso descritta … Continua a leggere

La privatizzazione dei terreni agricoli in Pakistan

Le imprese e i fondi di investimento arabi, sia di natura “sovrana” che privati, negli ultimi due anni si stanno “avventando” sul business dell’agricoltura in Pakistan, accaparrandosi, tra l’altro, le rare risorse di acqua potabile disponibili. Il governo pakistano ha appena offerto un milione di acri (cioè quasi 405.000 ettari) di terreni agricoli ai monarchi arabi, aprendo così la via … Continua a leggere

Il sistema sanitario francese in via di privatizzazione?

Senza fare troppo rumore, senza provocare polemiche o dibattiti, il presidente della repubblica francese Nicolas Sarkozy sta spostando in modo rilevante i confini del sistema di assistenza sanitaria francese. Il discorso pronunciato lo scorso 4 giugno in occasione del congresso del servizio sanitario francese, a Bordeaux, potrebbe trasformare in modo significativo i contorni della sicurezza sociale. Ma cosa ha detto, … Continua a leggere

La politica familiare francese minacciata dalla crisi

La politica familiare è una delle rare caratteristiche francesi invidiate dai vicini europei, in particolare dagli italiani, che vedono – giustamente – in quest’eredità del generale De Gaulle (a sua volta ispirato da Alfred Sauvy (1898-1990) è stato un antropologo, un studioso di demografia e di storia dell’economia francese. E’ stato Sauvy a coniare il termine Terzo Mondo “Tiers Monde”) … Continua a leggere

L’errore delle banche centrali

Poco più di cinque anni fà, Ben Bernanke, oggi presidente della riserva federale statunitense (FED), pronunciò un discorso “sulla grande moderazione”, designando così il ribasso della volatilità dell’inflazione e della produzione nel corso dei due decenni precedenti. Vi sottolineava il ruolo benefico di una politica monetaria migliorata. I banchieri centrali ne provarono un certo orgoglio. Ma, come dice la Bibbia, … Continua a leggere