Il miracolo pachistano: l’auto ad acqua

pakistan,auto ad acqua,video,tecnologia,scienza,ricerca,motori,economia,ecologia,truffa,termodinamica,biologia,frode scientifica,opinioneAgha Waqar Ahmad merita di ricevere una medaglia dal popolo pachistano, per gli enormi servizi resi alla nazione: in solo pochi giorni è riuscito a mostrare a tutti quanto il Pakistan sia sprofondato in una profonda fossa di ignoranza e auto illusione. E sicuramente nessun burlone avrebbe potuto dimostrare meglio la vera natura di un numero – forse eccessivamente alto – di leader politici, giornalisti e famosi scienziati pachistani.

pakistan,auto ad acqua,video,tecnologia,scienza,ricerca,motori,economia,ecologia,truffa,termodinamica,biologia,frode scientifica,opinioneQuando un sedicente ingegnere pachistano, formato al politecnico di Khairpur, un distretto della provincia di Sindh, ha dichiarato di aver trovato la risposta definitiva a tutti i problemi economici, energetici ed ecologici, a tutti – anche a me – è sembrata una battuta: un “kit idraulico” in grado di far funzionare qualsiasi automobile con della semplice acqua. Poco importa che il resto del mondo non sia mai stato in grado di estrarre energia dall’acqua: lui l’aveva fatto! E ha promesso un nuovo Pakistan, con illimitate risorse energetiche, nessun bisogno di petrolio o di gas e mai più razionamenti: una visione paradisiaca per una nazione affamata di energia!

Agha Waqar Ahmad ora è una celebrità nazionale, grazie al ministro degli affari religiosi  Khursheed Shah e non è stato il solo: anche i ministri federali Mir Hazar Khan Bijarani e Qamar Zaman Kaira hanno aggiunto il loro encomio e il presidente Asif Ali Zardari ha espresso la propria gioia. Il gabinetto si è già incontrato tre volte per discutere del veicolo ad acqua, una quarta riunione è già stata fissata e diversi rapporti suggeriscono che potrebbero essere milioni quelli investiti nel progetto “kit carburante idrico”.

pakistan,auto ad acqua,video,tecnologia,scienza,ricerca,motori,economia,ecologia,truffa,termodinamica,biologia,frode scientifica,opinioneAnche i media si sono lanciati nelle celebrazioni del nuovo eroe nazionale: per il conduttore televisivo Talat Husain, grazie all’invenzione di Waqar Ahmad, l’immagine del Pakistan potrà cambiare, trasformandosi da una nazione devastata dal terrorismo a un luogo di infinite possibilità. Il senatore Parvaiz Rasheed, in compagnia del giornalista TV Hamid Mir, è stato visto girare per la capitale in auto con l’inventore ed ha manifestato la volontà di proteggere lo stesso dalle compagnie petrolifere occidentali. L’anchorman Arshad Sharif, infine, si è detto euforico per gli 11 miliardi di euro in importazioni di petrolio che il Pakistan potrà risparmiare.

E gli scienziati non sembrano essere meno entusiasti: alla domanda del conduttore TV Sharif se effettivamente un’auto potesse davvero funzionare solo con l’acqua, il Dott. Samar Mubarakmand, “eroe nucleare”, ha risposto senza esitare: “si, è assolutamente possibile!”. Nel suo programma, invece, Hamid Mir ha chiesto al Dott. AQ Khan se ci fosse qualche possibilità che questa storia fosse, di fatto, una frode e la risposta è stata chiarissima: “Io ho fatto delle ricerche in merito e non vi è traccia di fraudolenza!”. E il capo del Consiglio Pachistano per la Ricerca Industriale e Scientifica è andato ancora oltre: “Anche noi avevamo iniziato un lavoro in questo senso”.

Ma, quindi, dove è il problema?

Nepakistan,auto ad acqua,tecnologia,scienza,ricerca,motori,economia,ecologia,truffa,termodinamica,biologia,frode scientifica,opinionelle leggi della fisica. In particolare nel principio fondamentale conosciuto come “La Seconda Legge della Termodinamica” – sul quale si basa qualsiasi veicolo costruito nel mondo – che pone, al riguardo, limiti inviolabili.

Nessuno scienziato serio metterebbe in discussione la Seconda Legge. Quantomeno ad oggi. Se accettiamo i principi scientifici riconosciuti a oggi, il “kit idraulico” di Agha Waqar Ahmad semplicemente non può funzionare e ciò che sostengono l’inventore, i ministri, i giornalisti e gli scienziati è semplicemente falso.

L’unico – a suo credito – che è sembrato al corrente di questo basilare principio scientifico è stato il chimico Dott. Attaur Rahman, ex presidente della Commissione per l’Educazione Superiore, il quale è stato l’unico a contestare le dichiarazioni riguardo a questa innovazione tecnologica.

Sfortunatamente, tuttavia, Rahman non è stato in grado di contrastare da solo l’ondata di entusiasmo nazionale, alla cui fonte, probabilmente, sta la disperata ricerca di soluzioni alle necessità energetiche del paese.

Non ci vorrà molto a fare luce sulla mancanza di fondatezza della “frode dell’acqua” e, come un cattivo odore, ci vorrà poco perché svanisca anche l’entusiasmo. Un piccolo esperimento può aiutare a velocizzare il processo di “chiarimento”, sarà sufficiente recuperare un generatore elettrico di emergenza (di cui Islamabad è piena) e sostituire nel serbatoio tutta la benzina con dell’acqua. A quel punto si potrà chiedere all’inventore di far partire il motore, il cui funzionamento è molto simile a quello del motore a scoppio presente nelle automobili, e osservare i risultati.

Sarcasmo a parte, questo episodio solleva questioni più importanti: la frode scientifica esiste ovunque e, di sicuro, da tempo immemore, ma come possiamo spiegarne lo spettacolare successo che ha riscosso in Pakistan?

pakistan,auto ad acqua,video,tecnologia,scienza,ricerca,motori,economia,ecologia,truffa,termodinamica,biologia,frode scientifica,opinioneUna possibile – ragionevole – risposta può essere trovata nella combinazione di diversi fattori: i leader politici locali sono persi nel buio, alla disperata ricerca di un miracolo; i media nazionali sono più interessati allo spettacolo che a riportare notizie vere e i grandi scienziati sono mossi più dal desiderio di restare “grandi” che dagli sviluppi scientifici basati sull’evidenza. Quindi è facile per tutti saltare sul carrozzone e unirsi al coro.

Il Pakistan, come nazione, deve imparare a ragionare, ad essere scettico, a chiedere dimostrazioni e prove e a capire almeno i principi base della scienza. È più facile credere che il mondo sia governato da magia e cospirazioni, è più facile esprimere desideri e aspettare la lampada magica di Aladino. Oggi vive nell’era di Jahiliyyah, il concetto islamico di “ignoranza della guida divina” o, in altre parole, “lo stato di ignoranza della guida di Dio”.

L’opinione – Credo che questo audace tentativo di rivelare l’equivalenza formale dei concetti di organizzazione biologica e di ordine termodinamico… sia miseramente fallito!

Lo scienziato informatico Rolf Landauer pubblicò, nel Giugno 1996, un articolo che contiene interessanti intuizioni che dovrebbero scoraggiare qualsiasi tentativo di collegare queste due tipologie di entropia. Landauer dimostra che “non esiste un requisito minimo inevitabile per ogni bit trasmesso”. Ne consegue che l’utilizzo della costante di Boltzmann per collegare l’entropia termodinamica e l’entropia logica è privo di fondamento. Si potrebbe obbiettare che il requisito minimo inevitabile per la trasmissione di bit di dati non abbia alcuna correlazione con l’entropia logica, ma questo presunto requisito è stato la chiave di base per le moderne disquisizioni in merito alla connessione dei due concetti. È sorprendente che il mischiare entropia e biologia crei ancora confusione: i concetti principali della fisica in relazione alla seconda legge della termodinamica hanno più di cento anni.

La confusione può essere sradicata se distinguiamo l’entropia termodinamica dall’entropia logica e ammettiamo che il sistema biologico terrestre è aperto alla ricezione di input dall’esterno.

Approfondimento

Nota: secondo la Seconda Legge della Termodinamica il calore non può mai fluire da un corpo freddo a uno più caldo. Una definizione equivalente è che, in un sistema isolato, l’entropia non può diminuire. Poiché non esistono sistemi perfettamente chiusi, secondo questo principio, tutto, nel tempo, diventa più disordinato se non vi è un intervento intelligente. In base a questa legge della fisica, quindi, è impossibile costruire una macchina in movimento perpetuo poiché la crescente entropia ridurrebbe inevitabilmente la quantità di energia disponibile, impedendo quindi alla macchina di rimanere in movimento.

Link: “Entropia e Segunda Legge della Termodinamica“, (file formato pdf lingua italiana) fonte Casa Editrice Ambrosiana.

Scritto: da Luis Batista

 

 

Il mondo della solidarietà, scienza, tecnologia, cultura, economia e della finanza e in particolare quello delle geo-politica ti affascinano e sei sempre alla ricerca di informazioni o di chiarimenti? Su Virgilio Genio trovi le risposte migliori e le persone più esperte per risolvere i tuoi quesiti.

 

 

Codice QR dell’articolo: Il miracolo pachistano: l’auto ad acqua.

QRCode

QR Code Generator / Info, Supporto & FAQ

 

 

 

Disclaimer

Originis Blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie non è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge n° 47 dell’8 febbraio 1948.

L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti ad esso collegati.

Alcune, immagini e materiale multimediale in genere inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimossi.


Il miracolo pachistano: l’auto ad acquaultima modifica: 2012-09-21T10:33:00+00:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo