Ryanair carbura a sovvenzioni

2272916252_1f7debbcd4_o.jpgA grande danno di Lufthansa, ma per la grande felicità di Ryanair, gli abitanti di Lubecca, in Germania, hanno recentemente approvato il mantenimento delle sovvenzioni – finanziate dalle loro tasse – destinate al “loro” aeroporto (l’Hamburg di Ryanair, situato a 100 km) per almeno altri due anni.

La compagnia di bandiera tedesca aveva esortato gli abitanti di questa prosperosa città ad investire le loro tasse nella costruzione di asili, scuole ed ospedali prima di “sponsorizzare” l’attività della concorrente irlandese.

2274929555_466d9ca179_o.jpgSecondo Lufthansa, infatti, l’aeroporto di Lubecca è solo uno dei 200 scali regionali d’Europa che permettono a Ryanair di raccogliere centinaia di milioni di sovvenzioni “ingiustificate”. “Se si eliminassero tutti gli aiuti e le sovvenzioni che Ryanair riceve, la società pubblicherebbe un bilancio economico molto diverso″, ha dichiarato non molto tempo fa un portavoce di Lufthansa.

I giornali francesi valutano l’importo di queste sovvenzioni in 35 milioni di euro per la Francia e 660 milioni di euro per tutta l’Europa. In attesa della conclusione delle indagini europee in corso su possibili sovvenzioni illegali, solo una cifra può essere avanzata con certezza: i 35 milioni di euro che emergono dai controlli condotti in molti aeroporti francesi controllati dagli enti locali. Secondo Lufthansa e Air France-KLM, queste cifre manifestano il trattamento reale di cui beneficia la compagnia irlandese in gran parte dei 200 aeroporti europei dove è presente.

Questi aeroporti, finanziati da imposte locali e regionali, offrono spesso sovvenzioni e servizi gratuiti a Ryanair. In alcuni casi non solo sono gli aeroporti a fornire a titolo gratuito il personale ai banchi di registrazione Ryanair, ma si assumono anche l’onere – gratuitamente – della pulizia degli aerei, aerei che spesso utilizzano gratuitamente le piste d’atterraggio. Quanto alle spese da pagare, queste sono in gran parte compensate dai generosi “aiuti di marketing” che esige la compagnia, “aiuti” – sostanziosi – che spesso sono accordati da aeroporti e da regioni in cambio della promessa di apparire sul sito Internet e sulle riviste di volo Ryanair. Le ricerche concludono che la maggior parte delle transazioni è interamente favorevole a Ryanair.

42-19042951.jpgIn alcuni casi l’importo netto delle sovvenzioni arriva quasi a 32 euro per passeggero, come a Rodez, in Francia, dove Ryanair ha ricevuto almeno 3,2 milioni di euro tra il 2004 ed il 2006 per solo tre voli a settimana per destinazione. All’aeroporto di Beauvais – più attivo – gli aiuti ammontavano “solo” a 9 euro per passeggero tra il 2001 ed il 2006, ma la loro somma totale, tuttavia, risulta in 28,6 milioni di euro. Alcuni aeroporti hanno difficoltà a spendere tali somme: a Bergerac, Ryanair ha ricevuto 2,3 milioni di euro di sovvenzioni da parte dell’aeroporto, che ha però dovuto chiedere 500.000 euro d’aiuto alla regione per evitare la bancarotta.

Sempre in Francia il consiglio regionale di Poitou-Charentes, che gestisce l’aeroporto di Angoulême, ha accettato, nel 2008, di pagare quasi 1 milione di euro a Ryanair in più pagamenti annuali: mentre raccoglieva gli ultimi 225.000 euro dovuti per quest’anno, l’aeroporto ha ricevuto una nuova richiesta dal vettore aereo low cost di 175.000 euro supplementari, trovandosi così nell’empasse di pagare o vedere l’impresa fare e bagagli e andarsene.

375643.jpgRiguardo all’Italia quando all’inizio del 2010 si è paventata l’idea del ritiro dei voli del vettore irlandese dei cieli italiani è stato calcolato che ciò costerebbe, eventualmente, circa 100 milioni di euro all’anno agli aeroporti nazionali. Secondo una stima realizzata suo tempo dal quotidiano il Sole 24 Ore, ammonterebbero a questo, infatti, le mancate entrate per i diritti aeroportuali che compongono la tariffa del biglietto aereo pagato dai passeggeri. La stima si basa sul volume di circa 11 milioni di passeggeri che durante il 2009 si sono imbarcati in Italia sugli aerei del vettore irlandese e sui 18 milioni complessivi che compongono il traffico in Italia dichiarato da Ryanair (gli altri sette milioni sono quelli in arrivo da scali stranieri, che pagano i diritti nel paese d’imbarco).

È un valore lordo, perché molti aeroporti ed enti locali versano contributi per attirare Ryanair, per cui il danno effettivo di una ritirata del vettore irlandese sarebbe inferiore a questa somma. Caso rilevante la società esercente degli Aeroporti di Puglia (controllata al 99.4% dalla Regione Puglia), che, come riportano i media, avrebbe sottoscritto un contratto decennale in cui sarebbe riconosciuta al vettore irlandese una somma equivalente a 25 milioni di euro. Questi contratti sono segreti, tuttavia, secondo una recente dichiarazione di Alitalia, nell’ultimo bilancio di Ryanair il vettore risulta aver ricevuto da tutti gli aeroporti europei 190 milioni di “contributi notificati.”

Approfondimento

Notizie : Viaggi Viaggi : powered by Virgilio

Info : Ryanair : da Wikipedia powered by Virgilio

Scritto: da LuisB



Il mondo della solidarietà, cultura, economia e della finanza e in particolare quello delle geo-politica ti affascinano e sei sempre alla ricerca di informazioni o di chiarimenti? Su Virgilio Genio trovi le risposte migliori e le persone più esperte per risolvere i tuoi quesiti.



Codice QR dell’articolo: Ryanair carbura a sovvenzioni.

qrcode




Disclaimer

Originis Blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie non è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge n° 47 dell’8 febbraio 1948.

L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti ad esso collegati.

Alcune, immagini e materiale multimediale in genere inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimossi.

 

Ryanair carbura a sovvenzioniultima modifica: 2010-07-19T18:02:00+00:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo