La zona euro verso una recessione storica

La commissione europea ha rivisto drasticamente al ribasso, lunedì, le sue previsioni di crescita, con un calo del PIL dell’1,9% nel 2009 contro una speranza precedente del +0,1%. Anche la Francia si trova oggi di fronte alla sua più forte recessione dalla seconda guerra mondiale. Perché la bolla non ha smesso di gonfiarsi? La crisi si rivela ogni giorno più … Continua a leggere

Barak Obama e le tecnologie: alcune tracce da seguire nel 2009

In questo momento preferisco darvi un paio di dritte piuttosto che fare previsioni. Credo sia più interessante ipotizzare le aree in cui, nell’applicazione delle nuove tecnologie da parte del nuovo inquilino della Casa Bianca, si possono produrre biforcazioni rispetto al sentiero tracciato durante la campagna elettorale. La grande domanda rimane: continuerà Obama a utilizzare le nuove tecniche di comunicazione interattiva … Continua a leggere

Ma quanto costa un caccia militare?

Alle quattro forze aeree europee che l’hanno ordinato, mantenerlo in linea costerà il 50 per cento di quanto avranno già speso per acquistarlo, vuole dire 15-18 miliardi di Euro, al posto di circa 36 miliardi di ricavato. Da uno studio sui benefici economici e industriali del programma del caccia europeo Typhoon, redatto l’anno scorso da un’università Americana su “ispirazione” del … Continua a leggere

Obama e l’etanolo di granoturco

Fra le pratiche “impossibili” che aspettano il neo presidente Barack Obama alla Casa Bianca appare l’etanolo. Poiché, il prossimo 20 gennaio 2009, il nuovo presidente dovrà anche dedicarsi ad una delle sue promesse di campagna elettorale, il sostegno a questo surrogato del petrolio. L’idea iniziale era di George W. Bush, che vi vedeva un modo di ridurre la dipendenza del … Continua a leggere

Dove si fermerà l’offensiva israeliana?

Una guerra di cui non volevano né Israele né Hamas si è trasformata in una guerra che entrambi sono risolti a proseguire. La tregua preesistente non era perfetta, lontano dall’esserlo. Israele subiva tiri di razzi Qassam in maniera intermittente, tutto tenendo conto che il nemico giurato approfittava della tregua per rafforzare il suo arsenale bellico. Hamas sopportava un embargo economico … Continua a leggere

Fragili emergenti e talvolta potenzialmente letali

Fino a poco tempo fà, si erano presentati come i veri vincitori della globalizzazione. I paesi emergenti avevano non solo approfittato dell’apertura dei mercati per raggiungere tassi di crescita sconosciuti fin’allora, che superano da lontano quelli dei vecchi paesi industrializzati, stavano anche spostando il centro di gravità del mondo verso un’Asia che, poco a poco, prendeva il posto dell’occidente.   … Continua a leggere